L’Essere Supremo
Abbandonare l’ammissione di un Essere Supremo, in quanto realtà intimamente connessa alla vita dell’uomo, rende la prostituzione la condotta ideale per una donna, la perfidia e la slealtà gli ideali etici più alti che un uomo possa raggiungere e la distruzione mediante tradimento, la bomba atomica e le armi, la meta più alta che una cultura possa raggiungere.

Perciò non c’è molto da discutere in proposito della realtà di un Essere Supremo, dato che, nel mancato appoggio a questa realtà, si può vedere un sentiero viscido e disgustoso che scende verso gli abissi della corruzione.

Questa è una cosa triste e pietosa. Nessun impero dei giorni passati di cui si sia sentito parlare è mai divenuto tanto depravato ed ateo nella sua senilità come la media complessiva delle società dell’uomo, nel mondo d’oggi. Non c’è da stupirsi che un’ideologia – che sostiene che l’uomo, generazione dopo generazione, può essere plasmato e trasformato in parti meccaniche prive di mente e che non esiste per l’individuo alcun destino al di là della sua posizione di rotella fissa e priva d’emozioni in un ingranaggio sociale insulso, che macina e macina senza speranza – ordini ai suoi lacchè di distruggere e sradicare da qualsiasi società la gente che produce, gli individualisti, i pensatori o qualsiasi persona nobile.

Prima Pagina pagina 0 pagina 1 pagina 2

Test della Personalità Contatti Ulteriori informazioni Links di Scientology A proposito di L. Ron Hubbard Libreria Prima Pagina

© 2000-2005 Church of Scientology International. Tutti i diritti riservati.
Informazioni sui marchi d’impresa - La filosofia religiosa applicata Scientology